Login Form

Iscriviti alla Mail List del De Merode


 
X
Nome:
Email:
Click to reload image

Patente Europea di Informatica


IL SAN GIUSEPPE - DE MERODE

E'  CENTRO DI ESAMI ECDL

Con solo due esami si può passare alla nuova ECDL.

PATENTE EUROPEA DI

INFORMATICA

Utenti on line

Abbiamo 14 visitatori e nessun utente online

Ricerca



Il Collegio San Giuseppe-Istituto de Merode nella storia

Fin dal 1850, per i figli degli ufficiali francesi di stanza a Roma, i Fratelli  delle Scuole Cristiane avevano pensato di aprire una scuola francese nella città. Il governo della 2a Repubblica Francese incaricò l'ambasciatore de' Rayneval di interessarsi della questione presso il governo pontificio. Il 16 agosto 1850 una deputazione dei "Pii Istituti Francesi" pensò di risolvere la questione ricorrendo al Superiore Generale dei frères, fratel Filippo. Questi indicò due fratelli della comunità romana di via degli Zingari per aprire una nuova scuola in due locali in Piazza dei Crociferi, presso la chiesa antichissima di S. Maria in Trivio, presi in affitto dai padri che officiavano la chiesa. Già dal 7 dicembre 1852, aumentata d'importanza la piccolissima scuola, si decise di far risiedere stabilmente nella Piazza dei Crociferi i fratelli addetti all'insegnamento, che fino ad allora avevano continuato a risiedere in via degli Zingari. Nel frattempo la comunità scolastica era notevolmente aumentata, sia per l'incremento degli alunni francesi, sia per l'ammissione di alcuni convittori e di esterni.
Questo esperimento della scuola francese era quasi un unicum nella storia della Congregazione lasalliana, perché il de La Salle aveva fondato sempre scuole elementari gratuite non destinate ad una classe particolare della popolazione, ma che, per il fatto che erano gratuite e si dedicavano esclusivamente all'educazione primaria, finirono col divenire le scuole del popolo e della piccola borghesia. A Roma ne esistevano già diverse altre.

La nuova Scuola Francese di Piazza dei Crociferi, che dalla vicinanza della celebre fontana si chiamò scuola di Trevi, ebbe un rapido sviluppo: i Romani vi iscrivevano i propri figli perché apprendessero il francese, e presto all'insegnamento, che, nel 1853, si limitava ancora al livello elementare, si aggiunse quello superiore.
Nel 1857, fr. Siméon, che era stato il direttore della scuola fin dalla sua fondazione, interessava il duca di Gramont, ambasciatore di Francia, alle sorti del suo istituto, e questi ottenne per lui, in affitto dal principe di Piombino, un piano del palazzo Poli, contiguo alla Fontana di Trevi, nella stessa zona e a pochissima distanza dalla vecchia scuola. Erano circa 40 stanze, al primo piano: una sede certamente spaziosa, anche se, pedagogicamente, non proprio adatta ad ospitare una scuola.
La Scuola Francese Trevi cambiò allora nome e si chiamò Collegio Poli, conservando sempre la vecchia definizione di scuola francese. L'insegnamento, adattato alle esigenze degli alunni (130 nel 1858) francesi, romani e dei dintorni di Roma, era particolarmente curato e si svolgeva in francese e in italiano. Nel 1861 i giovani iscritti erano 396: 160 francesi, 236 italiani. Nel 1870, la partenza delle truppe francesi da Roma parve mettere in crisi l'esistenza stessa del Collegio Poli che invece,adattati i suoi programmi a quelli ufficiali delle scuole italiane governative, superò bene la crisi.
Per lavori di regolarizzazione di via del Tritone verso piazza Colonna, era stato deciso di abbattere l'antico Palazzo Poli, secondo le norme urbanistiche assai sbrigative di quell'epoca. La scuola francese era quindi costretta a cercare una nuova sede.
I Fratelli acquistarono alcune proprietà in Piazza di Spagna e in soli 26 mesi vi costruirono l'attuale Collegio San Giuseppe, che venne inaugurato il 10 maggio 1885, diretto ancora da Fr. Siméon Perrier, tra via S. Sebastianello e vicolo Alibert.

SCUOLA ON LINE

Per accedere al registro elettronico cliccare sul logo di Scuola on line e inserire le proprie credenziali nella finestra di login.


Ritiro a scuola dei permessi ZTL A1

Nei giorni Giovedì 23 ottobre - Venerdì 24 Ottobre - Lunedì 27 ottobre nella sala degli Ex-Alunni-Stella Azzurra nel portico della portineria d'ingresso di Piazza di Spagna, dalle ore 8,00 alle ore 14,00 alcuni addetti dei Servizi della Mobilità saranno a disposizione per consegnare a quanti hanno già ricevuto la comunicazione a casa i nuovi contrassegni ZTL A1 a fronte della contestuale riconsegna del vecchio permesso di transito. Il cambio è completamente gratuito.

 L'Amministrazione conferma anche la possibilità di transito ai ciclomori e motocicli dei residenti e degli utilizzatori di spazi interni ai fabbricati siti nel Tridente. I nostri alunni e i nostri dipendenti perciò devono inviare una copia della carta di circolazione e la dichiarazione da parte della nostra segreteria della disponibilità dello spazio interno al seguente indirizzo e-mail: permessiZTLA1@agenziamobilita.roma.it
I genitori, residenti nel Centro Storico in area esterna al Tridente e titolari del permessi R, che hanno bisogno di accompagnare i figli a scuola e che non avevano mai chiesto a tal fine il permesso, perché già titolari di altro contrassegno con analoga tipologia di autorizzazione, devono richiedere alla nostra segreteria il certificato di frequenza con la dichiarazione della  disponibilità del posto macchina all'interno della scuola e poi recarsi alll'Agenzia della Mobilità, (EUR) Piazzale degli Archivi, 40 (Uffici Atac per rilascio permessi Centro Storico) (Tel. 06.57003 - tutti i giorni h24) che procederà a rilasciare un permesso completamente gratuito, che consentirà di circolare nel Tridente per l'intero anno scolastico o sostituirà il vecchio permesso con il nuovo.

 Per la viabilità si ricorda che tutto è tornato nella normalità, sia per chi scende da Via S. Sebastianello, sia per chi viene dalla parte di Piazza del Popolo - Piazza Augusto Imperatore - Via Vittoria.

 Per altre informazioni: telefono: 0656568196 (per la sostituzione dei contrassegni) - 06.57003 (tutti i giorni h24).

CALENDARIO OTTOBRE 2014